Video Marketing Online: tendenze, statistiche e strategie per le imprese

Download questa pagina in formato PDF

La quantità di traffico web generata dai video online cresce a tassi vertiginosi. Questa tendenza proseguirà nei prossimi anni, come confermano fonti autorevoli:

grafico che mostra il trend nella produzione e distribuzione online di video marketing fino al 2018. Fonte delle statistiche: Statista

Il motivo è semplice: gli utenti amano i video e questi fanno vendere di più online Per questa ragione lo strumento del video marketing, attraverso video promozionali e pubblicitari, è destinato a dominare la tavolozza di strategie a disposizione delle imprese per promuovere prodotti e servizi su internet.

Di seguito sono raccolte alcune infografiche fra le migliori prodotte nel 2016. Per facilitarne la fruizione ho sintetizzato i contenuti in elenchi di punti principali riportati al fondo di ogni infografica.

Come creare video efficaci per promuovere prodotti e servizi

infografica con consigli su come creare video efficaci. Per imprese e professionisti

Obiettivi del video marketing:

  • Generare leads catturando potenziali clienti
  • Promuovere il marchio
  • Promuovere il sito web o e-commerce
  • Vendere prodotti e servizi

Elementi che rendono efficace un video anche se non sempre si possono implementare tutti:

  • introduzione e brand
  • anticipazioni sul tema trattato
  • fornire informazioni rilevanti, valore aggiunto
  • consigli utili, soluzioni a problemi
  • riassunto dei punti salienti
  • chiamata all’azione o call-to-action (CTA)

Perché investire in video marketing su internet

Video marketing online: 6 consigli utili per renderlo efficace. Infografica

6 ottimi motivi per fare marketing con i video:

  • Integrare video nel proprio sito web o e-commerce aumenta il tasso di conversione come mostrano ormai molti studi. Leggi questo articolo per approfondire il tema: blog.kissmetrics.com/product-videos-conversion/
  • I video si posizionano nella prima pagina di google molto più rapidamente che altri tipi di contenuti
  • Video con testimonial sono ancora più efficaci dei video promozionali aziendali
  • Promuovere attraverso i video le qualità di prodotti e servizi è un’esperienza che avvicina gli utenti all’azienda e favorisce le vendite
  • Educare il mercato con video efficaci che aiutano a risolvere un problema o forniscono informazioni di valore produce nuovi clienti e favorisce la fedeltà al marchio
  • Sono ancora poche le aziende che sfruttano il video marketing su internet e i social media, essere tra i pochi dà un vantaggio competitivo enorme.

Video marketing: principali tendenze 2016 e oltre

Le principali tendenze del 2016 nel video marketing. Trend che seguiranno negli anni successivi

Analisi tendenze più rilevanti nell’ambito del video marketing online:

  • Contenuti video per promuovere il marchio vengono prodotti con investimenti crescenti come dimostra negli USA l’evento degli eventi: il Superbowl
  • Video associati ai prodotti e-commerce o inseriti nelle pagine di atterraggio a cui conducono le inserzioni pubblicitarie online aumentano i tassi di conversione e le vendite. Logico aspettarsi un incremento nell’utilizzo del video marketing anche per i prossimi anni
  • Le GIFS animate hanno successo e permettono di veicolare contenuti con ironia. Il trend d’utilizzo è decisamente in aumento
  • I video dal vivo in streaming trasmessi sui canali social funzionano, sono molto seguiti e destinati a crescere anche grazie ai miglioramenti conseguiti dalle tecnologie di codifica e trasmissione. L’applicazione Periscope domina il settore
  • L’utilizzo di video nell’email marketing si dimostra altamente efficace. I contenuti video più utilizzati su questo canale sono:
    1. Corsi di formazione
    2. Demo di prodotti
    3. Promozione di prodotti
    4. Testimonianze di clienti
    5. Messaggi promozionali sul brand

Youtube marketing: indicazioni per le imprese

infografica su come utilizzare youtube per fare marketing online promuovendo prodotti e servizi. Informazioni utili per imprese e professionisti ecommerce.

Perché le imprese dovrebbero fare marketing su youtube:

  • È il più grande motore di ricerca online dopo google
  • Gli utenti trascorrono miliardi di ore al mese su youtube
  • Su youtube ogni giorno vengono guardati vari miliardi di video
  • Aumenta il tasso di conversione in cliente
  • Molti link su facebook e twitter rimandano a youtube

10 modi di usare i video per promuovere la propria attività:

  • Rispondere alle domande più frequenti
  • Dimostrazioni su come fare una certa attività
  • CRM e servizio clienti attraverso video di risposte alle loro domande
  • Dimostrazioni di prodotti o servizi
  • Promozioni
  • Dietro le scene
  • Recensioni dei clienti e testimonianze
  • Interviste a esperti di settore
  • Video su eventi o sulla storia dell’azienda
  • Consigli utili di settore

Social Video Marketing: Facebook, Youtube, Snapchat, Vine (Twitter)

Qui sotto le statistiche di distribuzione dei video online che mettono a confronto i 4 principali competitori e canali social. I dati misurano il numero di visualizzazioni giornaliere registrate fino al secondo trimestre del 2016.

Dati e statistiche sulle visualizzazioni video. Confronto fra piattaforme social: youtube, facebook, snapchat, vine

Tutti e 4 i canali social vedono crescere in modo significativo le visualizzazioni video, ma facebook e snapchat registrano una crescita formidabile che minaccia seriamente il dominio di youtube, fino a poco tempo fa il leader incontrastato fra le piattaforme di distribuzione di contenuti video.

Questi dati si tradurranno necessariamente in uno spostamento della quota complessiva del budget investito in video marketing a vantaggio di facebook e snapchat. Twitter, invece, ha annunciato la chiusura di Vine, applicazione mobile e microsocial dei video non sufficientemente competitiva.

Online video marketing: Facebook VS Youtube

Al momento i due principali competitori restano youtube e facebook.

Le seguenti infografiche forniscono dati comparativi e chiariscono le differenti caratteristiche di fruizione dei video sulle 2 piattaforme.

Da queste informazioni si ricavano indizi utili su come pianificare campagne di video marketing sui due canali.

infografica sulle differenze fra facebook e youtube riguardo alle strategie di video marketing per le aziende

social video marketing: infografica che mette a confronto youtube e facebook, i due principali competitori del settore

Come diventare partner youtube e monetizzare la produzione di video

La seguente infografica fornisce utili consigli per imprese e youtuber solitari intenzionati a monetizzare lo sforzo creativo ed editoriale sostenuto.

infografica con 5 utili consigli per diventare partner di youtube e monetizzare i propri video

5 consigli preziosi:

  • I primi 15 secondi su youtube (5 su facebook) sono fondamentali, se entro questo tempo non conquisti la curiosità dell’utente, lo fai scappare. Dunque cura particolarmente l’inizio del video.
  • Collabora con altri soggetti per aumentare il bacino di potenziali utenti del tuo canale: l’unione fa la forza.
  • Ottimizza i tuoi video per i motori di ricerca e per le ricerche interne a youtube. Una buona strategia SEO fa la differenza
  • Produci contenuti speciali che interrompano la serie di pubblicazioni regolari mantenendo sempre viva l’attenzione e la curiosità del pubblico
  • Unisciti a un network youtube all’interno della tua nicchia di mercato. Di che si tratta? Hai mai sentito parlare di VEVO?

Fattori SEO per indicizzare meglio i Video di Youtube

Nome del file: breve e descrittivo

Meta tags: fondamentali per comunicare a youtube quali sono le parole chiave target del video. Gli esperti suggeriscono di mantenersi tra i 6 e gli 8 tag.

Titolo del video: deve contenere le parole chiave che meglio descrivono i contenuti del video

Descrizione: 5000 caratteri da sfruttare al massimo. Solo i primi 150 sono visibili a prima vista. Concentrarsi su quelli.

Sottotitoli, didascalie e trascrizioni: arricchiscono il video e lo rendono accessibile a un pubblico più ampio.

Annotazioni: permettono di aggiungere link e call to actions ad altri video pertinenti o complementari.

HD: l’alta definizione è apprezzata da tutti gli spider, interni o esterni a youtube.

Video Marketing Online: tendenze, statistiche e strategie per le imprese
4.5 (90%) 10 votes

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
novembre 03rd, 2016 Posted by bradipous Filed in: suggerimenti, web marketing

Be the first to comment. Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *